Giardino all’italiana: cos’è e come realizzarlo

I giardini all’italiana prendono spunto dalle corte esterne della antiche ville nobiliari romane. Infatti il giardino all’italiana, conosciuto anche come giardino formale comincia a diffondersi nel periodo rinascimentale e rappresenta un’evoluzione dei giardini medievali.

La progettazione di un giardino all’italiana è strettamente legata all’estetica delle forme e degli spazi: se il giardino medievale rispondeva esclusivamente a una funzione di utilità, in quanto spazio adibito alla coltivazione di ortaggi, erbe officinali e frutta, al contrario il giardino all’italiana unisce elementi architettonici provenienti dall’antichità classica ai concetti di simmetria e ordine.

Quali sono le caratteristiche del giardino all’italiana?

Nel rinascimento, gli spazi verdi che circondavano le residenze nobiliare erano considerati luoghi di svago e di piacere. Nella realizzazione di questi si cercava di ottenere un aspetto molto elegante, attraverso la creazione di simmetrie e forme geometriche.

La creazione del primo giardino all’italiana, caratterizzato dalle forti geometrie così come lo conosciamo noi, è attribuita a Niccolò Tribolo. A lui si deve la progettazione del Giardino di Boboli, realizzato intorno a Palazzo Pitti di Firenze, nonché quella delle residenze medicee di Villa Castello e Villa Corsini.

Come realizzare un giardino formale

giardino all'italianaIl giardino formale è contraddistinto dalle forme geometriche di siepi e alberi, ottenute attraverso un’accurata potatura. Ad essere presenti sono soprattutto arbusti, utilizzati per delimitare gli spazi. La presenza di alberi in questo tipo di giardini è piuttosto sporadica poiché si predilige l’uso di siepi e arbusti per ricreare forme geometriche.

La potatura riveste un ruolo fondamentale nella creazione dei giardini all’italiano, tanto da essere considerata una vera e propria arte. Si parla infatti di arte topiaria, ossia l’arte di tagliare le piante con l’obiettivo di ottenere forme geometriche ma anche sagome di animali.

Il prato invece prevede un manto erboso compatto, ossia prato inglese, alternato a zone in ghiaia.

Progettare un giardino all’italiana richiede esperienza nel settore e conoscenze specifiche. Innanzitutto si dovrà provvedere all’analisi degli spazi e delle simmetrie, successivamente si procederà con il pianificare la collocazione degli elementi decorativi, delle piante e degli arbusti.

Anche la scelta dei fiori da giardino risponde innanzitutto al voler mantenere le simmetrie all’interno degli spazi verdi. Nelle aiuole, anche queste di forma geometrica, verranno messi dimora fiori annuali alternati a erbacee perenni.

Realizzare un giardino all’italiana in casa

Per la realizzazione di un angolo verde ispirato ai giardini italiani rinascimentali non è necessario essere i proprietari di una residenza storica; è possibile realizzare un giardino forma anche a casa vostro. Nonostante gli spazi siano certamente più ridotti, un giardino ispirato al giardino formale è una buona soluzione se si vuole ricreare uno spazio elegante ma al tempo stesso adatto ad accogliere amici e godersi il meritato relax.