Pareti verdi e giardini verticali come realizzarli?

Tecnicamente quando si parla di giardino verticale, ci si riferisce a qualsiasi tipo di costruzione e struttura di supporto rivolto verso l’alto che favorisca la crescita verticale delle piante e che quindi utilizza in modo efficiente e produttivo lo spazio esistente.

Anche le pareti verdi verticali esterne delle case possono essere utilizzate come alternativa per il giardino verticale, con un effetto positivo sul clima dell’ambiente interno e sull’estetica e senza grandi lavori aggiuntivi. I giardini verticali e le pareti verdi richiedono qualche conoscenza in più della biologia delle piante rispetto al giardinaggio convenzionale.

Le intelligenti pareti giardino

I giardini verticali che stanno guadagnando sempre più successo sono le installazioni che collaborano a migliorare l’aspetto e l’efficienza energetica dell’architettura e dell’ambiente urbano e nell’insieme ne aumentano la qualità della vita. Questi intelligenti giardini, oltre ad essere attraenti spazi verdi e generare benessere psicologico in chi li guarda, contribuiscono alla pulizia dell’aria.

Sono un sistema efficace per combattere l’inquinamento e migliorare la salute degli abitanti della città. Allo stesso modo, le piante hanno una funzione isolante, che, nei giardini verticali delle facciate esterne degli edifici, contribuisce a ridurre il rumore urbano e abbassare la temperatura. Un giardino verticale può essere di molti tipi (ad esempio, naturale o artificiale) e adattarsi a pareti o facciate diverse, ma sarà sempre un elemento di differenziazione per un progetto: hotel, ristoranti, sedi di enti pubblici, residence, condomini, ecc.

I giardini verticali sono un dono della natura

Pareti verdi e giardini verticali come realizzarli?I giardini verticali come la parete verde che già da qualche tempo abbelliscono le nostre città, e a volte contribuiscono a progetti di recupero di aree urbane degradate, sono il frutto di installazioni umane.

Tuttavia la loro ideazione nasce dall’aver osservato come le piante nascono e si sviluppano perfettamente in burroni e scogliere, tra le fessure di pareti laviche e rocce carsiche, purché abbiano le condizioni ottimali per il loro sviluppo.

La costruzione dei muri giardino cerca di emulare questa capacità naturale delle piante che sa accontentarsi di un substrato minimo purché adeguatamente stabile, irrorato e irradiato.

Il tuo muro giardino del futuro

La meraviglia del giardino idroponico, quello che in pratica riesce a fare a meno in tutto o in parte del suolo, sta tutta nella capacità delle piante di riuscire a vivere sospese e con pochi, ma essenziali, elementi a disposizione.

Realizzare un giardino verticale ha a disposizione diverse tecniche, tuttavia, per un corretto approccio, è necessario conoscere esattamente ogni elemento dell’installazione e ogni possibile problema che potrebbe sorgere nella sua esecuzione.

Attraverso poche conoscenze di base e un po’ di prove ed errori, alla fine, ottenere un giardino verticale con un’estetica finale naturale e armoniosa non sarà difficile.

Giardini verticali come realizzarli?

Come realizzare un giardino verticale? La prima cosa che dovresti fare per creare la tua parete verticale verde è pensare al design che vuoi ottenere, per esempio, un giardino monocromatico? Un effetto sparpagliato e disordinato? A seconda delle preferenze, dovrai pensare a quali piante utilizzare e come distribuirle nel tuo giardino verticale.

Nel fare questo, dovrai considerare non solo fattori estetici ma anche climatici: se l’installazione riceverà il sole diretto o sarà all’ombra, se sarà al coperto o all’aperto, e le temperature a cui sarà esposto. Questi fattori, insieme all’umidità, sono controllabili solo nei giardini interni, ma non all’esterno.

La scelta di specie endemiche favorisce la riuscita dell’installazione, ma, con la giusta tecnica è possibile trasferire quasi tutte le specie nella nostra composizione verticale. È importante conoscere il modo in cui le diverse piante andranno ad interagire tra loro e con altri microrganismi (funghi, batteri), e i loro fabbisogni.

Una volta posizionate le piante, queste devono ricevere i giusti livelli di luce e umidità poichè l’eccesso o il difetto di ognuno di essi potrebbe trasformare la nostra parete verde in un muro secco.

Il terreno di crescita delle pareti vegetali

Attualmente ci sono molte opzioni per la costruzione di giardini verticali e pareti verdi, soprattutto se si parla di piccoli giardini domestici. Prima di iniziare l’esecuzione del tuo giardino, ottieni le informazioni sulle diverse opzioni di substrato, i vantaggi e gli svantaggi.

Puoi acquistare sistemi prefabbricati, sistemi basati su geogriglie, o su vasi sovrapposti, completamente idroponici, con terreno oppure, ancora, misti.

Esistono poi, pannelli costituiti da due strati di materiale tessile sovrapposti a uno strato impermeabile. Lo strato di tessuto funge da substrato idroponico a cui si attaccano le piante e su cui scorre il sistema di irrigazione, mentre lo strato impermeabile si frappone alla parete.

Se un giardino verticale o una parete verde funzionano correttamente, difficilmente dovrai cambiare qualche pianta e non avrai bisogno di molta manutenzione.

Per un lavoro impeccabile, contatta i nostri giardinieri sulle zone di Napoli.